Grand Hotel dei Castelli - Sestri Levante (GE)

Visita il sito web dell'Hotel dei Castelli
X

Prenota on-line

18

Dicembre 2018

16

Dicembre 2018

Diminuisci il numero degli ospiti 02 Aumenta il numero degli ospiti
  • Prenota sul sito dell'Hotel dei Castelli Miglior prezzo garantito
  • Prenota sul sito dell'Hotel dei Castelli Contatto diretto con la struttura
  • Prenota sul sito dell'Hotel dei Castelli Nessun costo extra
  • Prenota sul sito dell'Hotel dei Castelli Offerte speciali a te riservate
  • Prenota sul sito dell'Hotel dei Castelli Conferma immediata

Il parco privato

L'opera della natura e il mare si fondono in uno spettacolo senza uguali durante qualsiasi periodo dell'anno.
Il parco naturale vi conduce attraverso un'esperienza unica: una passeggiata, riservata ai soli Ospiti,
si snoda tra arbusti e alberi secolari e vi conduce su rocciosi strapiombi sospesi tra cielo e mare.

Durante il periodo estivo, un ascensore consente di raggiungere la spiaggia privata, dopo una breve e stimolante passeggiata tra gli ulivi.

Il nostro splendido parco, di circa 18.000 metri quadrati, immerso nel rigoglioso verde della macchia mediterranea,
vive tutt'oggi i tanti cenni storici che s'intersecano con la vita della nostra Casa.
"Una passeggiata da... favola, lungo la celebre Baia e l'incanto dei Due Mari". Hans C. Andersen, celebre novellista danese,
soggiornò a lungo a Sestri Levante, e qui rivive attraverso il concorso annuale dedicato alla letteratura per ragazzi.
Vi s'incontrano pure un poeta del luogo, Giovanni Descalzo, che canta il "paese tra il mare e gli ulivi", e il compositore Richard Wagner.
Una notte, la tempesta lo sorprese a bordo di un piccolo battello proprio al largo del Promontorio:
le note cupe del mare in burrasca echeggiano in alcuni passi della "Tetralogia".

Dal Grand Hotel dei Castelli, Guglielmo Marconi lanciò con successo i primi segnali radio in tutto il mondo: una favola moderna, che ha segnato un nuovo modo di comunicare.
Il nostro parco naturale vi conduce attraverso un'esperienza unica: una passeggiata, riservata ai soli clienti,
si snoda tra arbusti e alberi secolari e vi conduce su rocciosi strapiombi sospesi tra cielo e mare.

L'occhio verrà sicuramente catturato dall'antica arena, un anfiteatro che si apre ad abbracciare il porto.
Di notevole interesse, al centro del promontorio, la torre da cui Guglielmo Marconi condusse esperimenti radio.
Durante il periodo estivo, un ascensore consente di raggiungere la spiaggia privata, dopo una breve e stimolante passeggiata tra gli ulivi.